Ed è ripartita ufficialmente Forza Italia – Commento di un liberale

Il 3 dicembre 2013 il Presidente Silvio Berlusconi scrive in una nota:
Parte da oggi la nuova fase organizzativa di Forza Italia con un occhio di riguardo al territorio. In ogni regione si avvierà una fase costituente che prevede la formazione di un comitato composto da tutti i parlamentari nazionali ed europei eletti nelle stesse regioni. A questi comitati saranno chiamati a partecipare, inoltre, i principali esponenti del partito eletti negli enti locali e personalità di spicco della società civile, del mondo del lavoro e dell’impresa”.

Con la presente nota il Presidente Berlusconi incendia con lo Spirito del ’94 la nuova Forza Italia appena rifondata.

Forza Italia nasce come Casa di quel Popolo che è la Società Civile di cui fanno parte le persone che non vogliono entrare in Politica per i più disparati motivi (il primo è che hanno troppo da costruire, nel senso di lavorare), ma che capiscono che purtroppo la Politica vive per occuparsi di loro. E per questo scelgono Forza Italia.
Perciò Forza Italia non deve rilasciare tessere di partito, Forza Italia non deve creare gerarchie. Siamo tutti inquilini di questa Casa fieramente liberi. Nessuno di Noi è ora e sarà mai un politicante (politicane come li chiamava de Gaulle). Colui che tra noi avrà una carica pubblica, dalla più bassa alla più alta, si considererà prima di tutto Servitore delle Nostre Idee. Sarà Servitore dello Stato solo per semplificare la Vita degli Italiani, userà un’ideale sciabola per tagliare la giungla di burocrazia che sempre più attanaglia gli Italiani tutti. Nei primi 12 articoli della Costituzione Italiana la parola Popolo è scritta una sola volta ed è scritta in minuscolo. Nei primi 12 articoli della Costituzione Italiana la parola Repubblica è nominata 8 volte ed è sempre scritta maiuscola. “La Repubblica riconosce e garantisce…”, “È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli…”, “La Repubblica, una ed indivisibile, riconosce e promuove…”, “La Repubblica tutela…”, “La Repubblica promuove…”
Siamo populisti?… essenzialmente e sicuramente siamo un mare di individui che odiano dal più profondo di noi stessi lo Statalismo!

Questa voce è stata pubblicata in Aspettando Il Sogno Liberale Italiano e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento