Legge dell’Eguale Libertà

Oggi vorrei ricordare la famosa “Legge dell’Eguale Libertà” formulata da Herbert Spencer (1820-1903) e conoscere la Vostra opinione su di essa.

Ogni uomo ha la libertà di fare tutto quello che vuole, considerato che non violi l’eguale libertà di ogni altro.

Herbert Spencer scrisse poi che tutte le istituzioni devono essere subordinate a tale legge e che quindi ogni uomo ha il diritto di adottare una condizione di illegalità volontaria (che razionalmente non può essere definita illegale). Ha cioè ogni uomo il diritto di interrompere il rapporto con Lo Stato rinunciando alla protezione dello stesso e rifiutandosi di pagare per il suo mantenimento. Risulta evidente che tale comportamento non interferisce indebitamente in alcun modo nella libertà degli altri poiché è un comportamento passivo.
Solo uno Stato dittatore può definire quell’uomo aggressore.

Questa voce è stata pubblicata in Gli Scritti di Forza Libertà e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Legge dell’Eguale Libertà

  1. massimiliano scrive:

    Se tutti gi uomini rispettassero la libertà degli altri vicendevolmente, tutte le storture che esistono al mondo sarebbero solo un pallido ricordo. Bella la frase finale del nostro ospite: “Solo uno Stato dittatore può definire quell’ uomo aggressore”. Benchè in Italia ci sia una Repubblica quella frase calza comunque a pennello per il nostro paese nella fase attuale che stiamo vivendo.

Lascia un Commento